Fontana dei Boschi, il “lambric”

Non sono amante del lambrusco, e fino a poco tempo fa, prima di conoscere le lambic e le gueuze, un vino del genere lo avrei decisamente scartato.

Si presenta carico di colore e con poca schiuma, ma è l’odore che colpisce; alta fermentazione (12°) e sentori quasi brettati. L’acidità è veramente tanta, e si percepisce appena un po’ di erbaceo; le note di frutta sono scure di mora e prugna.

image

 

 

Se ne parla anche qui:http:

//vitisblog.wordpress.com/2011/11/22/vittorio-graziano-castelvetro-mo/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...