La Gazzella, Gorzano.

La Gazzella, ristorante, locanda.

 

 

 

 

Era da tempo che volevo provare questo ristorante; mi incuriosivano i tanti pareri discordanti, sia sul web, sia tra conoscenti vari.

Vado subito al sodo, anche perché sicuramente tornerò per un pasto che mi dia la possibilità di provare un menu completo.

Il locale è moderno negli interni con tanto bianco accentuato da tocchi di nero, il servizio è attento fino al momento del conto, i coperti sono curati.

image
Scelgo dal menu del giorno, e opto per un risotto all’amarone (Masi).

image

La porzione è abbondante, presentata con semplicità , anche se con decisi contrasti di colore. Sembra quasi si cerchino i toni complementari: il viola del vino, ed un giallo carico della sfoglia tendente al dorato-ramato.
I chicchi risultano lisci, lucidi, con striature scure; restano uniti tra di loro, legati in maniera piuttosto solida.

I sensi vengono stuzzicati da una nota di acidità che diventa più decisa al palato. L’assaggio della cialda, croccante nella sua parte emersa, renderà ancora più marcata quella che sembra una stagionatura abbastanza lunga del parmigiano usato anche in mantecatura.

Particolare come proposta: mi aspettavo più profumi che acidità dati dal vino, però considerando l’apporto del formaggio ci può stare.
Non del tutto soddisfacente il morso del chicco: non scotto, direi cedevole, a momenti appiccicoso, ma è proprio questione di far le pulci ad un piatto da undici euro.

Il conto, 17 € appunto:
2.5 € coperto;
2 € acqua (Lurisa con gas);
11 € risotto;
1.5 € caffè (servito con biscottini).


 

Galleria

Osteria La Verna, il pranzo del 07.09.2013

Questa galleria contiene 18 immagini.

Torniamo dallo cheffino dopo quasi un anno dall’ultima visita, tanto tempo per come eravamo abituati, e quasi ci sentiamo dei traditori 😀 Il locale non ha subito particolari cambiamenti, ed anche chi si occupa del servizio in sala è sempre … Continua a leggere

Goblin Pub

Birreria Paninoteca Goblin

via Marchiani, 152

41026 Pavullo nel Frignano (MO)

0039 0536 23201

Il grano di pepe. Scheda locale.

http://www.ilgranodipepe.it

https://www.facebook.com/pages/Osteria-il-Grano-di-Pepe/103231533065145

Le visite:

https://ilpartimedimichelasso.wordpress.com/2013/03/31/il-grano-di-pepe/

https://ilpartimedimichelasso.wordpress.com/2013/08/13/il-pranzo-del-13-08-2013/

Se ne parla anche qui:

http://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g2314006-d2292136-Reviews-Il_Grano_di_Pepe-Ravarino_Province_of_Modena_Emilia_Romagna.html

http://www.baltazar.it/modena/433206-il-grano-di-pepe-ravarino.html

http://www.2spaghi.it/ristoranti/emilia-romagna/mo/ravarino/il-grano-di-pepe/

http://www.gustamodena.it/locale.php?cod=2025

http://guidedelgusto.blogspot.it/2012/09/osteria-il-grano-di-pepe-ravarino-mo.html

Galleria

Il pranzo del 13.08.2013

Questa galleria contiene 12 immagini.

Altra conferma per il Grano di pepe, con una visita “filante” e piacevole sia per cucina, sia per servizio. Due i benvenuto della cucina, il classico “aperitivo destrutturato”, ed una novità, teste di gambero sgusciate e fritte con ketchup di … Continua a leggere

Galleria

Barbaresco Gaja 2009

Questa galleria contiene 3 immagini.

Sudori freddi… già, ma al momento di stapparlo! Sapevo che avrei trovato un tappo lungo, ma non così morbido ed elastico; la paura è arrivata quando il sughero ha iniziato a rompersi verso l’ultimo terzo… non avesse ceduto li, lo … Continua a leggere

Galleria

Gerusalemme

Questa galleria contiene 116 immagini.

– “Si scivola su questi scalini!”; – “Si, guarda come sono lisci!”; -“Pensa quanta gente ci è passata sopra…”; -“Eh! Son duemila anni che ci camminano sopra!”; -“Per quello che si scivola”; -“Già! Ieri Danilo ha dato un colpo di … Continua a leggere

Salon Le Mesnil 1999.

IMG_3789

Emozione, già a stapparlo.

So che questa sarà una bevuta di riferimento “terribile” …

Appena versato si presenta con una schiuma scarsa e cremosa. I colori sono quelli di un vino giovane, con parvenze verdine. Il cordone è finissimo, continuo ed abbastanza veloce; “schiumeggia” leggermente in superficie.

I primi profumi sono di lievito, i primi sorsi sembrano aromatici di buccia della sua uva verde, la sensazione è di acidità e velluto in bocca.

Una volta apertosi dimostra grande stabilità dal primo all’ultimo bicchiere. Tanta roba, pasticceria, mandorle, un po’ di agrume e quasi il contrasto  con la mineralità delicata ed elegante come di salvia e sale. In bocca è velluto, sembra quasi che l’idea della bolla sia data da “pizzichi” di acidità.

A fine bevuta resta un’incredibile persistenza nel bicchiere.

Krug Grande Cuvée (02.06.2013)

IMG_3785

Si sa che dev’essere buono, anche se si presenta molto agrumato.

Bella schiuma, cordone finissimo, veloce e continuo.

Nel bicchiere prende vita.

Parte quasi sgarbato di agrumi per poi cedere alle note di pasticceria che si alternano al ricordo di piccoli frutti rossi aciduli. Cresce con sentori tostati e minerali, l’agrume quasi sparisce. Versandolo cambiano anche i profumi della schiuma cremosa che sa di lieviti. In chiusura è quasi tabacco e sale, con una persistenza impressionante anche a bicchiere finito.

Galleria

Buone ferie 2013.

Questa galleria contiene 3 immagini.

Chiusura da Freccia, si fa festa. L’anno scorso avevamo esagerato, per la quantità. Quest’anno siamo stati più bravini… solo due bottiglie, ma abbiamo esagerato ugualmente! The day after… Splendida serata, iniziata alla grande… Se ne parla qui http://wp.me/p2GMMg-aB e finita … Continua a leggere